Aula Natura

[Progetto concluso]

| Percorsi didattici alla scoperta della natura: proposte 2005-2006 |

| "Profumi della terra": laboratorio di orticoltura, prima edizione 2006 |

Premessa

L'idea di realizzare una "aula natura" nello spazio verde adiacente il Dentro Diurno è nata dalla necessità sempre più impellente di offrire alle persone disabili del Centro Diurno e della Comunità Alloggio di Pescantina (30 persone attualmente inserite) uno spazio verde all'aperto nel quale realizzare attività educative-occupazionali che favoriscano il contatto con il mondo animale e quello vegetale, attraverso attività di orticoltura, cura di animali da cortile, attività di giardinaggio in tutto lo spazio verde del centro e della comunità. Quanto descritto di seguito è solo una bozza del progetto che verrà successivamente elaborata ed approfondita anche contattando e visitando esperienze simile già presenti.

Il progetto si è sviluppato grazie al contributo: del Comune di Pescantina che ha messo a disposizione, prima l'area sulla quale si sviluppa l'iniziativa e poi un finanziamento di 45.000 €; della Fondazione Cassa di Risparmio di Verona Vicenza Belluno e Ancona contributo di 15.000 €; del Banco Popolare di Verona e Novara contributo di 20.000 €.
L'aula natura è realizzata su di un'area di oltre 3.000 mq. e conta una serra, un orto, una casa in legno per le attività didattiche, di un ampio recinto per gli animali, di un frutteto e un pozzo.

Aula Natura, interno della serraAula Natura, casetta in legno per le attività didattiche

Cosa propone il progetto

Attività educative-occupazionali per persone disabili

Da 18 anni svolgiamo attività educativa-occupazionale con persone disabili gravi, strutturata in laboratori come la ceramica, gli assemblaggi, la cartapesta...
Sono luoghi dove si cerca di sviluppare, mantenere, tutte le abilità che la persona possiede; sono spazi di relazione dove ci si propone di sviluppare anche la maturazione affettiva e relazionale della persona.
"Aula Natura" assolverà agli stessi scopi, in un contesto che avvicinerà la persona disabile alle piante, angli animali, ai cicli naturali di crescita; in un ambiente dove la concretezza del fare è sovrana e s'impara solo sperimentando. Queste forme di apprendimento, è dimostrato, sono quelle più adatte per percorsi educativi con disabili adulti.

Attività didattiche per le scuole materne ed elementari

Il progetto "Aula Natura" è rivolto ai bambini della scuola dell'obbligo e ai bambini dell'ultimo anno degli asili nido.
Vuole proporsi come un'attività nella quale i bambini vengono stimolati ad utilizzare i propri sensi per mettersi in "contatto con la natura" e sviluppare abilità diverse, quali l'esplorazione, l'osservazione e la manipolazione.
L'attività manuale all'aperto, come la realizzazione dell'orto, la coltivazione di piante aromatiche, di cereali e di fiori, la cura degli animali, dà la possibilità al bambino di sperimentare in prima persona gesti e operazioni e osservare cosa succede: attraverso l'esperienza diretta acquisisce le conoscenze e un metodo scientifico.
L'esperienza comune, legata ad un obiettivo (coltivare l'orto e mangiarne i prodotti), favorisce la socializzazione e la solidarietà di gruppo.
I percorsi: "Alla scoperta dei profumi"; "All'origine del cibo"; "L’orto e le sue stagioni"; "La fabbrica dei frutti".

Un luogo d'integrazione sociale

Il significato dell'integrazione sociale lo vorremmo esprimere con un'immagine, quella del prato: dove mille erbe e fiori convivono - la coda di lepre, il crescione dei prati, la malva moscata, il fiordaliso vedovino, la carota selvatica... - nessuna è migliore o più utile, ma tutte sono coinvolte nell'equilibrio vitale di un modo che trova sempre una sua armonia.

Finalità del progetto

  • Laboratorio Educativo-occupazionale
    • Favorire la conoscenza da parte delle persone disabili che fruiscono dei nostri servizi del mondo animale e vegetale e del rapporto vitale tra l'uomo e l'ambiente, attraverso l'esperienza concreta.
    • Favorire l'apprendimento di nuove abilità occupazionali-lavorative legate alla cura degli animali e alla coltivazione in serra e all'aperto di ortaggi e piante. L'attività avrà una sua rilevanza commerciale al fine di restituire elementi di verità al contesto educativo e ricavare un sostegno economico per le spese di gestione.
       
  • Percorsi didattici
    • L'idea è quella di sviluppare dei percorsi didattici per le scuole materne ed elementari, che favoriscano la conoscenza delle tematiche legate all'ambiente e al rapporto tra l'uomo gli animali e i vegetali.
       
  • Integrazione sociale
    • L'attività si propone anche l'obiettivo dell'integrazione tra le persone disabili che frequentano il centro e il mondo della scuola, attraverso i percorsi didattici, e del lavoro attraverso le attività commerciali.
Aula Natura, alcuni degli animali ospitati presso l'aula naturaAula Natura, interno della serra

Aula natura

Le piante

La fattoria avrà un ampio spazio destinato alle coltivazioni sia all'aperto che in serra.

La serra

È prevista una serra riscaldata nella quale coltivare di fiori o piante. Con la consulenza di esperti del settore si sta valutando la coltura più adeguata in termini di educativi-produttivi, in relazione agli all'impianto, agli spazi disponibili e alla commercializzazione.

L'orto

Verrà definito uno spazio da destinare ad orto per la coltivazione degli ortaggi più comuni e alla coltivazione delle varietà più importanti di piante da frutto autoctone: pesco, melo, pero, ciliegio, pruno, caco; o piante da frutti tipiche dei boschi. In questo spazio sarà importante poter coltivare il numero più elevato possibile di specie e varietà di piante.

Gli animali

La fattoria prevede una parte o più parti riservate agli animali. È prevista una piccola stalla, un pollaio e un ricovero attrezzi e materiali. Si prevede di poter ospitare i seguenti animali: conigli, galline, capre, un cane, un gatto.

Altri elementi importanti della fattoria saranno: l'aula didattica all'aperto, le arnie, il pozzo.

Per quanto concerne i servizi igienici o logistici si farà riferimento a quelli del Centro Diurno, nello specifico i nuovi spazi disponibili nell'interrato. Inoltre nello spazio del piano interrato sarà possibile realizzare una saletta per attività didattica d'aula.

Laboratorio educativo-occupazionale

Obiettivi e metodologia di lavoro

La metodologia educativa di lavoro nel laboratorio all'aperto sarà la stessa utilizzata dal Centro Diurno. Verranno sviluppati specifici progetti educativi personalizzati e il lavoro verrà strutturato per favorire l'apprendimento e lo sviluppo di abilità nelle sfere: cognitiva; affettiva-relazionale; sociale; motoria; lavorativa.
Si mette in evidenza che le metodologie e procedure di lavoro adottate per le coltivazioni e la cura degli animali faranno riferimento alle moderne metodologie di coltivazione biologica e di cura e allevamento degli animali. A tale proposito sono già stati contattati dei consulenti sia agrari che zootecnici.

Percorsi didattici

I percorsi didattici di conoscenza avranno i seguenti obiettivi:

  • conoscenza delle tematiche ambientali generali:
  • conoscenza del mondo vegetale: ortaggi; piante; fiori;
  • conoscenza del mondo animale: gli animali domestici e da cortile;
  • comunicare con gli animali: conoscere e comunicare; i bisogni degli animali;

Un percorso educativo che preveda gli obiettivi suddetti stimola certamente nei ragazzi aspetti come:

  • la relazione affettiva: la sfera emotiva personale; la comunicazione;
  • la sfera cognitiva: nuovi apprendimenti nell'ambito del sapere e del saper fare;
  • la motricità: le mani e il corpo come "strumenti" di lavoro e di comunicazione;

Si prevede di sviluppare più tipologie di percorsi didattici che prevedano:

  • sviluppo di percorsi diversificati;
  • livelli diversi di approfondimento delle tematiche in relazione all'età dei bambini;
  • livelli diversi di attività con animali, nell'orto o nella serra. In relazione al tipo di percorso e all'età dei bambini;
Aula Natura, alcuni degli animali ospitati presso l'aula naturaAula Natura, alcuni degli animali ospitati presso l'aula natura

Gestione della stuttura

"L'aula natura" verrà gestita dalla nostra cooperativa ed è previsto di incaricare a tempo pieno una/o operatrice/ore responsabile delle attività con compiti di coordinamento e gestione dell'attività come sviluppata nel presente progetto. La persona incaricata svolgerà un percorso formativo specifico anche in collegamento con altre esperienze simili già attive sul territorio.
Si prevede di costituire una equipe multiprofessionale che sviluppi e il presente progetto approfondendo tutti gli aspetti. Faranno parte dell'equipe: il responsabile della fattoria; un veterinario; un perito agrario; un pedagogista, un geometra progettista.
L'equipe poi dovrà strutturare modalità di lavoro che prevedano momenti di verifica e ridefinizione del progetto in relazione all'esperienza e alle possibilità di sviluppo.
Inoltre si pensa di coinvolgere dei volontari con particolare riferimento al mondo degli anziani.
Definito il progetto verrà svolta un'azione di divulgazione per far conoscere l'iniziativa e acquisire clienti, sia per l'attività didattica che per quella commerciale di vendita piante e fiori.

Daniele Mazzi

Socio lavoratore della Cooperativa Sociale Filo Continuo e coordinatore delle attività "Aula Natura". Esperto in coltivazioni di orti biologici e recupero materiali organici.

Maria Grazia Gambuzzi

Maturità agrotecnica, con specializzazione in florovivaismo e progettazione giardini. Da sempre si dedica alla progettazione di giardini. Dal 1984 al 1990 ha collaborato come educatore ambientali al progetto "Il Bosco in Città" a Milano; ha organizzato attività di orticoltura e giardinaggio per bambini, anziani e disabili. Collabora dal 1998, come educatore ambiente e guida naturalistica, con diverse realtà di Verona. Dal 1999 ad oggi collabora con la Direzione Didattica di Pescantina per il progetto "Avvicinamento alla Natura" rivolto alle scuole materne.
Ha pubblicato "Che albero è questo" e "Il giardino naturale" (ed. Demetra).

Elisabetta Fausto

Perito agrario, proprietaria di un'azienda agricola biologica, che ospita visite didattiche rivolte agli alunni del primo ciclo scolastico.
La tessa Azienda dal 2002 fa parte di una rete di aziende agricole didattiche appartenenti alla Associazione Veneta dei Produttori Biologici.

| Progetto "Aula Natura" per i bambini della scuola dell'obbligo e dell'ultimo anno degli asili nido |