Percorsi pedagogici alla scoperta della natura

[Progetto concluso]

di Maria Grazia Gambuzzi e Elisabetta Fusato

Il progetto "Aula Natura" è rivolto ai bambini della scuola dell'obbligo e ai bambini dell'ultimo anno degli asili nido.
Vuole proporsi come un'attività nella quale i bambini vengono stimolati ad utilizzare i propri sensi per mettersi in "contatto con la natura" e sviluppare abilità diverse, quali l'esplorazione, l'osservazione e la manipolazione.
L'educazione alla percezione sensoriale e l'osservazione sono normalmente propedeutiche all'attività manipolativa e alla realizzazione dell'orto e costituiscono i due aspetti, compresenti o alternanti, del metodo didattico proposto.
L'attività manuale all'aperto, come la realizzazione dell'orto, la coltivazione di piante aromatiche, di cereali e di fiori, la cura degli animali, dà la possibilità al bambino di sperimentare in prima persona gesti e operazioni e osservare cosa succede: attraverso l'esperienza diretta acquisisce le conoscenze e un metodo scientifico.
L'esperienza comune, legata ad un obiettivo (coltivare l'orto e mangiarne i prodotti), favorisce la socializzazione e la solidarietà di gruppo.

Affinché l'esperienza abbia la giusta ricaduta sui bambini è importante il coinvolgimento diretto degli operatori della Cooperativa Sociale Filo Continuo O.N.L.U.S. È auspicabile fare una serie di incontri per la loro formazione all'interno dei quali si cercherà di percorrere la stessa esperienza che si propone ai bambini. In questo modo l'operatore, calandosi nella parte del bambino, può rendersi conto di quanto avviene e indirizzare le risposte nella direzione dell'obiettivo finale.
L'operatore sarà affiancato dai ragazzi diversamente abili del Centro Diurno Filo Continuo, coinvolti attivamente nel progetto come aiutanti e conoscitori degli spazi.
Gli insegnanti saranno invitati a partecipare ad alcuni incontri prima dell'inizio dell'attività didattica per poter prendere visione, assieme agli operatori, del percorso e degli argomenti per condividere e armonizzare il lavoro.

Gli spazi

Il progetto viene realizzato presso la sede della Cooperativa Sociale Filo Continuo O.N.L.U.S. che mette a disposizione i propri spazi. La struttura comprende una casetta con portico dove i bambini vengono accolti; un grande orto; un frutteto; le stalle e il recinto degli animali; una spaziosa serra attrezzata con tavoli per il trapianto delle giovani piante; aiuole per la coltivazione delle piante aromatiche e per la coltivazione dei cereali.
Le aiuole di coltivazione saranno rialzate in modo che i bambini e i ragazzi diversamente abili possano lavorare seduti.

Finalità e valenze educative diverse

La coltivazione dell'orto, delle piante aromatiche, dei cereali e le cure al frutteto con metodo biologico è pensata innanzi tutto per fornire al bambino elementi e prime informazioni di scienze agrarie e naturali ed un primo approccio alla complessità dei cicli biologici e dell'ecosistema.
L'esperienza risulta ancora più significativa quando il bambino, provenendo da una cultura agricola, abbia una percezione della natura, dei suoi ritmi e della stagionalità, distorta dalla realtà della produzione agricola intensiva e della monocoltura.
Questo tipo di esperienza offre anche altre valenze educative:

  • favorisce la percezione dell'ambiente attraverso la manipolazione;
  • permette di riconoscere la genesi e la provenienza del cibo, sperimentando praticamente il processo di formazione di un prodotto;
  • insegna ad apprezzarne il sapore, ad affinare il gusto e l'olfatto;
  • offre l'occasione di sperimentare la raccolta differenziata dei rifiuti, preparando un piccolo cumulo di compostaggio;
  • insegna ad accorgersi degli "altri" siano essi bambini, animali o piante conoscendoli ed apprezzandoli per le loro diversità;
  • aiuta la sensibilizzazione degli adulti (genitori ed insegnanti) verso un maggior rispetto dell'ambiente e degli spazi verdi.

Conoscere la campagna

È l'argomento contenitore da cui si può scegliere un percorso di approfondimento. Andremo in esplorazione della campagna per conoscere, osservare e giocare.
Sulla grande mappa della fattoria potremo trovare i luoghi che vogliamo visitare: dove si trova il capanno degli attrezzi, il grande orto, le aiuole delle piante officinali, la casa degli animali, ecc...

  • alla scoperta dei profumi; percorso che ci porterà a conoscere e riconoscere le erbe aromatiche e officinali;
     
  • all'origine del cibo; percorso che ci porterà a conoscere diversi cereali;
     
  • l'orto e le sue stagioni; percorso che ci porterà a conoscere le stagioni attraverso i suoi frutti, i suoi colori, i suoi sapori;
     
  • la fabbrica dei frutti; percorso che ci porterà a conoscere l'origine dei frutti che meno conosciamo e a riconoscere le piante nelle diverse stagioni.

I percorsi

Alla scoperta dei profumi

percorso di conoscenza delle piante aromatiche. Ci sarà a disposizione un piccolo giardino costituito da aiuole di piante aromatiche con diverse varietà adatte al nostro ambiente. I bambini potranno passeggiare tra un'aiuola e l'altra per conoscere e riconoscere le piante utilizzando i propri sensi.
Assieme ai bambini si arricchirà il giardino con altre piantagioni e semine che faranno loro stessi. Si potranno seminare in vasetti alcune piante aromatiche che i bambini continueranno a coltivare in classe o a casa.
A seconda della stagione si effettuerà la raccolta di fiori o foglie e si potrà sperimentare, presso il centro, la conservazione e l'uso delle piante raccolte.
All'interno di questo percorso si possono sviluppare, attraverso specifici laboratori, argomenti diversi: il ciclo vitale delle piante e loro differenze, i frutti e i semi.

All'origine del cibo

percorso di conoscenza dei cereali. Ci saranno a disposizione delle aiuole coltivate con varietà diverse di cereali. I bambini potranno vedere, a seconda della stagione, il loro sviluppo vegetale.
I bambini verranno coinvolti attivamente nelle cure della piantagione: dalla lavorazione della terra, la semina, la raccolta, l'essiccazione, la macinatura e l'uso dei cereali.
Verrà proposta una modalità di lavoro che aiuterà i bambini a ripercorrere la storia dell'uomo dalle origini della civiltà. I bambini calandosi nei panni "dell'uomo antico" rivivono l'esperienza primitiva, dalla ricerca del cibo ai primi insediamenti agricoli.
Conosceremo i cereali, non solo sotto l'aspetto colturale ma anche sotto l'aspetto alimentare: li utilizzeremo nei loro diversi e svariati modi, cotti, crudi e trasformati in germogli, in chicchi spezzettati, in farina per fare la pasta, il pane, i dolci.
All'interno di questo percorso si possono sviluppare, attraverso specifici laboratori, argomenti diversi: la terra, il ciclo vitale delle piante e loro differenze, i frutti e i semi.

L'orto e le sue stagioni

percorso di conoscenza degli ortaggi e dei piccoli frutti. I bambini avranno a disposizione un grande orto dove veder crescere in ogni stagione vegetali diversi.
Avranno a disposizione delle aiuole per poter coltivare un piccolo orto che verrà lavorato, seminato, curato in tutte le sue diverse fasi di crescita fino alla raccolta, potremo così riconoscere le piante dell'orto e accorgerci della vita di insetti e piccoli animali che vi gira attorno.
Semineremo in cassette le piante più delicate e le trapianteremo quando saranno abbastanza forti.
Con gli scarti vegetali e le foglie secche realizzeremo un cumulo di compostaggio, con le erbe dei campi prepareremo dei macerati per curare le piante ammalate e tener lontano qualche parassita insistente.
All'interno di questo percorso, attraverso specifici laboratori, si possono sviluppare argomenti diversi: la terra, il ciclo vitale delle piante e loro differenze, i frutti e i semi, gli insetti.

La fabbrica dei frutti

percorso di conoscenza degli alberi nelle diverse stagioni e dei frutti che producono. I bambini avranno a disposizione un frutteto con varietà diverse di piante, adatte a crescere nel nostro ambiente e al tipo di terreno. Nel frutteto i bambini potranno osservare il ciclo vegetativo delle piante e verranno coinvolti attivamente nelle cure della piantagione: concimazione organica, pacciamatura verde, controllo dei parassiti con macerati e trappole, raccolta dei frutti.
Assieme ai bambini si arricchirà il frutteto con altre piantagioni e semine che faranno loro stessi: si potranno seminare in vasetti alcuni "noccioli" di frutta che i bambini continueranno a coltivare in classe o a casa.
Con le rappresentazioni pittoriche, si potranno riprodurre le forme degli alberi, delle foglie e dei fiori nei diversi colori stagionali; fare calchi della corteccia e delle foglie, per conoscere meglio il mondo degli alberi e gli insetti che vi vivono attorno.
All'interno di questo percorso, attraverso specifici laboratori, si possono sviluppare argomenti diversi: la terra, il ciclo vitale delle piante e loro differenze, i frutti e i semi, gli insetti.

I laboratori di seguito presentati sono utili per approfondire uno o più argomenti e fare ulteriori esperienze all'interno dei percorsi.

I laboratori

La terra

in questo laboratorio andremo alla ricerca delle origini della terra, attraverso l'osservazione della stessa e l'elaborazione di tesi. Guarderemo e manipoleremo da vicino ogni suo elemento. Proveremo a riprodurla attraverso la realizzazione di un cumulo di compostaggio riciclando rifiuti vegetali per ottenere terra molto fertile. Osserveremo chi vive nella terra.
Le attività che proponiamo: manipolazione di materiali; realizzazione del compost; osservazione del colore della terra; esperimenti fisici per comprendere la struttura del terreno; manipolazione dell'argilla e creazione di un oggetto (vaso) o riproduzione dell'impronta di foglie o di frutti.

Le piante

l'obiettivo di questo laboratorio è quello di osservare nei particolari le piante stando seduti nel prato. Potremo osservare la differenza tra le piante erbacee, le piante cespugliose e le piante arboree; la forma delle foglie, il portamento, il colore. Cercheremo di comprendere il ciclo vegetativo delle piante (dal seme, al fiore, al frutto) con l'osservazione nelle diverse stagioni e con elaborazione e riproduzione pittorica.
Le attività che proponiamo: caccia al tesoro utilizzando disegni di foglie, foglie secche o profumate; calchi della corteccia; calco delle foglie; disegno libero delle piante, delle foglie, dei fiori con i colori delle diverse stagioni; trapianti di giovani piante da orto e da fiore nei vasi o in piena terra.

Il frutto

l'obiettivo di questo laboratorio è quello di conoscere le numerose varietà di frutti attraverso l'osservazione, la manipolazione, il gusto, l'olfatto. Impareremo a conoscerli e a distinguerli secondo la naturale stagione di maturazione. Osserveremo le differenze tra frutto e frutto (agrumi, pomi, bacche, bacelli, spighe) e i frutti al loro interno, per individuare la buccia, la polpa, il seme. Perché la pianta produce i frutti? Il ciclo vitale delle piante dal seme, al fiore; l'impollinazione.
Le attività che proponiamo: giochi di associazione di frutti con la stagione. Drammatizzazione - rappresentazione per raccontare l'impollinazione. Attività pittorica con i succhi di frutta e stampini con pezzi di frutto. Preparazione e degustazione di macedonie.

Il seme

l'obiettivo di questo laboratorio è di conoscere le diverse parti delle piante adatte alla riproduzione, come i semi, i bulbi e le radici. Attraverso l'osservazione, la manipolazione e l'elaborazione, i bambini entrano in contatto con questi elementi per capirne il loro "funzionamento" e il loro modificarsi per generare una nuova pianta. Si giocherà con semi mescolati che verranno poi classificati e suddivisi per colore, per dimensione, per forma. Sperimenteremo la semina naturale la riproduzione per talea e la piantagione di bulbi e radici in piena terra o in vaso.
Le attività che proponiamo: manipolazione di semi mescolati; classificazione dei semi in scatoline; classificazione dei semi su un cartellone partendo dai semi mescolati al centro; con l'uso del germogliatore, osserviamo i semi che germogliano: potremo assaggiare i germogli di alcune piante commestibili; rielaborazione delle fasi della germogliazione con costruzioni e pitture; semina in vaso o in piena terra di piante orticole e fiori a breve sviluppo.

Gli insetti

l'obiettivo di questo laboratorio è quello di conoscere meglio gli insetti: i bambini potranno raccontare quali insetti conoscono e che tipo di incontri hanno avuto; osserveremo com'è il loro corpo, il loro colore, le zampe, la bocca, gli elementi di difesa; osserveremo il loro comportamento: danze e mimetismi; osserveremo la crescita e lo sviluppo degli insetti ossia la metamorfosi. Per l'osservazione dal vero andremo in esplorazione nell'orto, nel frutteto, vicino ai muretti, nei vialetti, nel compost, luoghi dove gli insetti vivono volentieri. Giocheremo a imitare gli insetti, a creare i travestimenti, disegnare e colorare sagome.
Le attività che proponiamo: creazione di sagome d'insetti con cartoni che si utilizzeranno poi per la drammatizzazione. Si possono ritagliare sagome più piccole da usare per riprodurre gli insetti nei disegni. Verrà realizzato un terrario dove osservare il lavoro dei lombrichi o delle chiocciole. Attraverso l'uso di un arnia didattica sarà possibile vedere le api al lavoro.

Io e loro, gli animali della fattoria

laboratorio di conoscenza degli animali della fattoria. Presso il centro sono presenti diversi animali: conigli, galline, oche e anatre, capre. I bambini avranno la possibilità di accudire gli animali dando loro cibo e acqua, sistemando la lettiera, accarezzandoli e spazzolandoli. Nella fattoria gli animali sono importanti anche per le loro deiezioni che il contadino usa per arricchire il cumulo di compostaggio o direttamente usato nel terreno per migliorare la struttura e fertilizzare.
Le attività che proponiamo: osservazione del comportamento degli animali per apprendere diverse modalità per instaurare un rapporto con loro. Riconoscimento delle orme e delle tracce ed essere in grado di riconoscerle anche al di fuori della fattoria. Attraverso i giochi di ruolo di pastori e animali o il gioco di imitazione degli animali i bambini possono simulare e sperimentare il rapporto tra uomo e animale allevato come scambio di favori: i prodotti e il lavoro degli animali in cambio di protezione e cibo sicuro.

Progetto "aula natura"

Presentazione delle attività rivolte ai bambini dell'asilo nido, della scuola dell'infanzia e della scuola primaria, della scuola media presso la Cooperativa Sociale Filo Continuo O.N.L.U.S.

La Cooperativa Sociale Filo Continuo O.N.L.U.S. ha realizzato "Aula Natura", una struttura pensata per ospitare i bambini e le bambine, ragazzi e ragazze delle scuole che vogliano fare attività legate alla scoperta e alla conoscenza dell'ambiente e della campagna. Nel cortile della sede della cooperativa, è stata costruita una casetta con pergola dove i bambini e i ragazzi vengono accolti; vi sono a disposizione, per le attività manuali, un grande orto, un frutteto, la stalla e il recinto degli animali, una spaziosa serra attrezzata con tavoli per il trapianto delle giovani piante, aiuole di coltivazione rialzate in modo che sia i bambini che i ragazzi diversamente abili possano lavorare seduti.
Le motivazioni che ci hanno spinto a proporre questo progetto sono svariate:

"Aula Natura" offre l'occasione alla scuola di poter utilizzare un vasto spazio verde attrezzato, in parte già coltivato a orto.

"Aula Natura" permette ai bambini, ai ragazzi e agli adulti di entrare in contatto con chi lavora sul territorio nel settore sociale; offre la possibilità agli studenti e agli utenti del centro, ragazzi diversamente abili, di lavorare insieme e condividere le diverse esperienze proposte.

"Aula Natura" è una struttura nata nel centro di Pescantina (Verona), facilmente raggiungibile a piedi o con l'ausilio dello scuolabus.

A tale proposito La Cooperativa Sociale Filo Continuo O.N.L.U.S. mette a disposizione la propria struttura proponendo differenti percorsi didattici per conoscere a amare il nostro territorio.

Asilo nido

La Cooperativa Sociale Filo Continuo O.N.L.U.S. mette a disposizione "Aula Natura" ai bambini dell'asilo nido, per offrire loro un luogo dove poter incontrare e toccare gli animali della fattoria, o incontrare qualche personaggio fantastico che li accompagni alla scoperta e all'avventura tra l'erba e i cespugli.

Scuola dell'infanzia

I bambini della scuola dell'infanzia sono già coinvolti nel progetto "Avvicinamento alla Natura" , attività di orticoltura che si svolge all'interno del giardino scolastico.
Da questo anno il progetto può essere integrato con delle uscite presso "Aula Natura". Qui i bambini possono osservare da vicino gli animali, vedere i cambiamenti delle stagioni attraverso i cambiamenti della natura, annusare e assaggiare le piante aromatiche.
Sono disponibili diversi percorsi e laboratori, tra questi si propongono i seguenti che pensiamo possano essere adatti per sviluppare le attività e gli argomenti già svolti a scuola:

  • alla scoperta dei profumi; percorso che ci porterà a conoscere e riconoscere le erbe aromatiche e officinali;
     
  • io e loro; percorso che ci porterà a conoscere da vicino gli animali che vivono in fattoria.

Affinché l'esperienza sia interessante e duratura, consigliamo di effettuare due uscite nell'arco dell'anno scolastico: una uscita di mezza giornata ed una uscita di una giornata.

Scuola primaria

La scuola primaria di Pescantina (Verona) che non ha lo spazio per svolgere attività orticole e di esplorazione dell'ambiente naturale, può avvalersi di "Aula Natura" come struttura dove svolgere la coltivazione di ortaggi, cereali e piante aromatiche; dove incontrare alcuni animali della fattoria per poterli osservare e accudire.
Si propone un percorso di orticoltura finalizzato a sviluppare abilità pratiche e di osservazione per conoscere da vicino i cicli della natura, il lavoro in campagna, il comportamento e le abitudini degli animali domestici. Il progetto sarà differenziato a seconda dell'età degli alunni e, in collaborazione con le insegnanti, può essere personalizzato e reso coerente con le attività programmate nell'anno scolastico.

  • Le classi di prima, guidati dall'esperto–animatore, andranno a conoscere gli spazi all'interno di "Aula Natura"; l'esplorazione, l'osservazione e la manipolazione saranno le attività che caratterizzeranno gli incontri. Per un'esperienza didattica interessante e duratura, consigliamo di effettuare almeno tre uscite nell'arco dell'anno scolastico della durata di mezza giornata. Se i bambini hanno già fatto un esperienza orticola o di giardinaggio alla scuola dell'infanzia, sarebbe interessante continuare l'esperienza realizzando un piccolo orto dove coltivare piante orticole, ornamentali e aromatiche a breve sviluppo, per fare ciò occorrono sei incontri della durata di 90 minuti ciascuno, nell'arco dell'anno scolastico.
     
  • Per le classi II, III, IV l'attività si articola attraverso giochi di ruolo: ripercorrendo la storia dell'uomo dalle origini alle civiltà. I bambini calandosi nei panni "dell'uomo antico" rivivono l'esperienza primitiva: imparano a costruire capanne, a riconoscere le piante commestibili e medicinali, a coltivare i cereali e a macinarli, a impastare la farina per fare pane e biscotti.
    Per un esperienza didattica interessante e completa, si consigliano otto incontri nell'arco dell'anno scolastico della durata di 90 minuti ciascuno.
     
  • Per le classi V l'attività si orienta prevalentemente nell'esplorazione e nella scoperta dei diversi ecosistemi quali la siepe, il prato, il fiume. In parallelo all'esplorazione può essere proposta un'attività di coltivazione di piante aromatiche e officinali. Per un esperienza didattica interessante e completa si consigliano quattro incontri per ciascuna attività nell'arco dell'anno scolastico della durata di 90 minuti.
     

Scuola media

Per le classi della scuola media si propongono due diverse attività:

  • un percorso di orticoltura e floricoltura finalizzato a sviluppare abilità pratiche e manuali, di osservazione e conoscenza "sul campo" dei cicli biologici dei vegetali e degli animali;
  • un percorso di esplorazione, alla scoperta di diversi ecosistemi quali la siepe, il prato, il fiume; finalizzato alla conoscenza della diversità dei vegetali e degli animali e della complessità dei loro cicli biologici. I percorsi saranno differenziati a seconda dell'età degli alunni e, in collaborazione con le insegnanti, possono essere personalizzati e resi coerenti con le attività programmate nell'anno scolastico.